• Buy Bly

I gilet gialli di Nizza


Una discussa linea ferroviaria; una perenne gara culinaria per i migliori formaggi, vini, acque, pani e ancor più per lo stile alimentare; una continua sfida a suon di falcate sulle passerelle di moda. E ora anche la marcia dei gilet gialli. La Francia è vicina. La Francia ci assomiglia. Ed è per questo che una delle cose che più adoro della mia vita è la possibilità di valicare di tanto in tanto il confine d’oltralpe per immergermi nella meravigliosa vita Nizzarda.

Nizza è tanto francese, quanto italiana. Dell’Italia ha il carattere simpatico dei personaggi che si incontrano sulla Promenade e il clima sempre sorridente.

Ma di Francese ha il piglio di quelli che nel sociale e nel diritto di protesta ci credono e si accalorano.

È per questo che da un po’ di mesi a questa parte, camminare tra le vie del centro di Nizza significa fare almeno un tratto di strada al fianco del corteo dei nascenti gilet gialli. Impossibile non riconoscere da lontano quella macchia di colore sgargiante. Altrettanto impossibile non farsi trascinare un po’ da quello spirito contestatario e goliardico, in cui un “Macron incravattato” viene lanciato per aria al ritmo di quel “po po po po po” che hanno imparato a loro discapito da noi, quando abbiamo vinto a Berlino proprio contro di loro la nostra ultima Coppa del Mondo.

Ora il corteo giallo lo intona a gran voce quando si raduna e inizia a procedere per le vie di Nizza, ma nella loro marcia non sembra esserci nulla di pauroso, o tafferugli di cui temere. Il tutto è ordinato in una fila composta di persone che inneggia ai propri ideali.

Per me, turista italiana, tutto questo è affascinante. Lo vivo come folklore di una realtà che a casa nostra non siamo mai riusciti a creare, anche se, come spesso accade tra noi e i cugini d’oltralpe, in Italia si sta attivando un processo di osmosi imitatoria. Chissà che presto non ci troveremo ad assomigliare ai francesi anche per il culto della protesta sociale!

32 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Giulia Morezzi

giumor82@gmail.com

Roma

Giulia Morezzi

L'editore si dichiara disponibile a sostituire le immagini qualora esse siano coperte da copyright.

facebook
Instagram
Email
Shop
Blog