• Buy Bly

Il fascino retrò del Capostazione

Aggiornato il: 7 giu 2019


Oggi sono arrivata a Termini con parecchio anticipo e l’ho sfruttato per gironzolare nei meandri della stazione. È veramente cambiata. In pochi anni ha veramente fatto un salto nell’era moderna. Non più drogati ad ogni angolo che chiedono spiccioli. Al loro posto luccicanti temporary store che di spiccioli ne chiedono parecchi per fare acquisti al loro interno: boutique di biancheria intima utilissime per chi come me la dimentica sempre a casa, boutique di profumi che rendono più gradevole l’aria un po’ rarefatta che proviene dalle rotaie, grande punto vendita di libri e di vestiti sportivi, negozio di cancelleria e ovviamente bar, fast food, e non tanto lontano un modernissimo mercato con variegati punti ristoro. Tutto a misura di viaggiatore. Tutto con un’impronta luminosa, ordinata, colorata, musicale, in una parola moderna.

Ma c’è qualcosa che ancora rimanda al sapore dei primi viaggi in treno: il vecchio capostazione col berretto blu in testa e il fischietto al collo. È forse l’unica figura di Termini che non ha avuto bisogno di un restyling, perché racchiude in sè quel carattere di progresso che ha rivoluzionato il modo di spostarsi e viaggiare delle persone dai primi dell’ ‘800. Il capostazione è ancora quel simbolo autentico che trasmette ai viaggiatori e ai pendolari il gusto del viaggio di una volta, quando accanto alla prima classe, dotata di maggiori comodità e molto più costosa, vi erano anche la seconda e la terza classe, a volte addirittura la quarta, in cui le condizioni di viaggio erano più disagevoli, ma il prezzo del biglietto alla portata di tutti.

Il fischio del capo stazione ha un fascino retrò che andrebbe salvaguardato dall’inevitabile passo della moderva nità, che avanza e propone treni a levitazione certamente più sicuri, veloci e meno inquinanti. Modernità a volte è sinonimo di miglioramento, ma il fascino dell’antico evoca uno spirito di viaggio affascinante e seducente. E il fischio del capo stazione e il suo appello a salire sulla locomotiva fa venire voglia di provarlo su rotte di viaggio rimaste intatte e famose ancora oggi. E’ per questo che sul sito BuyBly ho proposto una serie di idee di viaggio, nella parte dedicata ai “road tour”, dove troverete proposte di rotte ferroviarie per attraversare la Russia sui binari della transiberiana, o la Thailandia sul mitico Oriental Express e molti altri.


20 visualizzazioni0 commenti

Giulia Morezzi

giumor82@gmail.com

Roma

Giulia Morezzi

L'editore si dichiara disponibile a sostituire le immagini qualora esse siano coperte da copyright.

facebook
Instagram
Email
Shop
Blog